A Siviglia si respira la cultura andalusa più pura. Ecco cosa non dovete assolutamente perdere se visitate la città:

1) Torre dell’Oro: sita sul lungofiume Guadalquivir e costruita nel 1222, era parte della muraglia difensiva che partiva dall’Alcàzar. Successivamente, la torre fu utilizzata per custodire le ricchezze provenienti dall’America.

2) Plaza de Espana: Una piazza maestosa con grandi fontane e decori in mosaico coloratissimo, in stile neo-moresco.

3) Alcàzar di Siviglia: un palazzo-fortezza costruito nel 913 dagli arabi. E’ il monumento più importante di Siviglia, e non si può non visitarlo (la visita dura 1-2 ore minimo!). La costruzione iniziò nell’849 ed ha ospitato personaggi importanti come la regina Isabella I.


4) Proprio di fronte l’Alcàzar, c’è la cattedrale di Siviglia, di cui ho visitato solo l’ala aperta gratuitamente al pubblico. Per visitare la Cattedrale, 1) non andateci nel weekend, 2) acquistate i biglietti online (http://www.catedraldesevilla.es/visita-cultural/horarios-y-tarifas/).


5) Proprio attaccata alla Cattedrale, trovate la Giralda: simbolo di Siviglia, è una torre costruita dagli arabi che successivamente è stata annessa alla Cattedrale dai Cristiani, facendola diventare un campanile.

6) Il Metropol Parasol: una struttura moderna, in legno, adibita di passerella per poter godere di Siviglia a 360° dall’alto. Questo edificio è stato progettato da Jürgen Mayer H. ed è diventato uno dei punti di riferimento architettonici più riconoscibili della città.