Sita al sud della Spagna, Valencia è la terza città più grande del paese dopo Barcellona e Madrid. Gode di un clima caldo-umido quasi tutto l’anno!

Il porto di Valencia si trova a circa 4,5 km di distanza dal centro città e al porto potrete trovare una stazione di taxi e di autobus che portano in centro.

Cosa vedere a Valencia in 8-10 ore? Scopriamolo subito!
1) Paseo Marítimo ( lungomare) per godersi le migliori passeggiate con una vista stupenda sulle più famose spiagge di Valencia. Sul paseo marítimo possiamo trovare vari negozi, alberghi e molto altro ancora.
2) Plaza Ayuntamiento (Piazza del Comune) , la più grande e famosa piazza della città. L’Ayuntamiento è la sede del governo di Valencia, in Spagna. Questa istituzione è stato costruito tra il 1939 e il 1940 dal governo repubblicano per la città.
3)A circa 1 km dalla piazza si può raggiungere, la Cattedrale e il Campanile di Meleguete in stile Romanico. All’interno della cattedrale può essere visitata il famoso calice Santo Graal e fu costruito su un antico tempio romano che fu poi convertito in moschea. Nella Cattedrale di Valencia predomina lo stile gotico, anche se conserva numerosi elementi di epoche diverse, dal romanico al barocco.


4)I Giardini del Turia, dove è sita la Città delle Scienze con il Parco Marino Oceanografico e il Planetario Emisferico: è uno dei parchi naturali urbani più grandi della Spagna, uno spazio verde di oltre nove chilometri transitabili che attraversa la città con zone ludiche e sportive. il Giardino del Turia è un percorso ideale per correre, andare in bicicletta, per le famiglie e gli amanti della natura. L’antico letto del fiume, attraversato da 18 ponti con i loro secoli di storia, ospita su entrambi gli argini i principali musei e monumenti della città.
5) La Lonja de La Seda, il palazzo storico più famoso di Valencia in stile Gotico, situato vicino il Mercado Central, in cui è possibile acquistare ed assaggiare prodotti tipici. Chiamata in Italiano, ”Loggia della Seta”, la Lonja de la Seda ospita al suo interno l’Accademia Culturale di València in cui vengono frequentemente organizzate manifestazioni espositive.


6) Plaza de Toros, l’arena di Valencia: E’ stata costruita fra il 1850 e il 1860, dall’architetto Sebastian Monleon in stile neoclassico. La costruzione si ispira all’architettura romana e in particolar modo al Colosseo o all’Anfiteatro di Nîmes.
7)Barrio del Carmen, quartiere del centro storico, che prende il nome dal Convento del Carmen, ora convertito in un museo il cui ingresso è gratuito. Il Barrio è il centro della vita diurna e notturna di Valencia: a pranzo e a cena è possibile mangiare cibo tipico nei tanti ristorantini del quartiere.
8) Bioparc di Valencia: lo zoo della città, dove puoi trovare la fauna africana in habitat naturali selvaggi: ippopotami, elefanti, zebre, rinoceronti, struzzi, potamoceri, lemuri e molti altri ancora, fino a 4.000 animali di 250 specie diverse. 

Infine, vi consigliamo il cibo tipico da assolutamente non perdere:
1) Paella Valenciana: riso al pesce, carne o misto.
2) Bonuelos: Frittelle dolci buonissime!