L’ultimo DPCM ha salvato le crociere dai divieti: risultano infatti, gli unici luoghi davvero sicuri; prima di tutto perché ci si accede solo con tampone negativo.


Una ”bolla sociale” sicura, in cui i comportamenti pro-diffusione del contagio sono aboliti, vietati e sfavoriti.
Ciò che non si può fare a terra, lo si può fare su una nave da crociera:
Cenare in un ristorante anche dopo le 18, fare aperitivi al bar, assistere a spettacoli serali, concerti, ma soprattutto, non esiste il coprifuoco.

Vi manca la palestra? Sulle navi da crociera è aperta! Vi manca andare al centro benessere? Sulle navi da crociera sono aperti.
Piscine ed idromassaggi? aperti e accessibili.

Qual è il segreto? Norme anti-contagio rigide ed inviolabili. I protocolli sanitari funzionano, ed hanno fatto sì che le crociere non si fermassero.
Le navi oggi, possono ospitare a bordo solo una parte dei passeggeri che in genere popolano la nave (spesso meno della metà): E’ così che i luoghi comuni a bordo vengono gestiti in sicurezza, con ingressi contingentati ai ristoranti, ai bar, ai teatri e alle piscine e continuamente igienizzati e puliti.

Allora non c’è dubbio: l’unica zona verde d’Italia naviga sul mare e ci offre una vacanza favolosa a cui non si può rinunciare!